Contattaci
News ed Eventi
torna indietro

(21/04/2016)
28 - 29 Aprile al via la II Ed. del LABORATORIO LAVORO


Gli organizzatori, ovvero l’Ordine dei Consulenti del Lavoro Consiglio provinciale di Taranto e la Fondazione Cultura del lavoro “C.d.L. Giovanni Colucci”, quest’anno hanno incentrato Laboratorio Lavoro su uno degli aspetti più critici della situazione economica attuale: La frammentazione delle relazioni”.

 

La due giorni tarantina, arrivata alla sua terza edizione consecutiva, vuole rappresentare , proprio nella città dei due mari, un luogo di incontro, confronto e perché no scontro, tra tutti gli attori sociali: dal mondo accademico ai sindacati, dagli studenti agli esperti del settore. Tutto ciò per elaborare proposte che contribuiranno ad orientare le scelte nazionali future, come è già accaduto.

 

Il catino ribollente di idee, quale è da sempre Laboratorio Lavoro, è pronto a porre l’accento sul contesto che ogni italiano vive quotidianamente, sia esso consulente del lavoro, avvocato o uomo della strada che deve adempiere ai propri doveri civici nei confronti dello stato, che cerca un lavoro onesto o che tenta di barcamenarsi nelle nuove dinamiche del mercato del lavoro. Nell’emozionante scenario del Relais Histò le menti brulicheranno di pensieri, proposte e provocazioni riguardanti “Il lavoro: tra presente e futuro”, che, per una magica combinazione, è il titolo di questa terza edizione. Nel proseguire con la tradizione, l’evento si dipana su due giorni ed è suddiviso in quattro workshop differenti, per ingolosire i cervelli locali, che hanno scelto di concedere a Taranto la potenza delle loro idee.

 

I workshop saranno gestiti sul modello dei talkshow televisivi, nei quali ogni relatore sarà chiamato ad interfacciarsi con le opinioni espresse dagli esponenti del mondo accademico e dagli altri esperti su una proposta “tecnica” formulata dai gruppo di lavoro, facenti capo al Comitato scientifico di Laboratorio Lavoro, e presentata al pubblico in apertura di ciascun incontro. A moderare il tutto e a fare gli onori di casa, i consulenti del lavoro, che ogni giorno sono alle prese con i quesiti delle aziende loro clienti, i rapporti con le istituzioni, la necessità di un aggiornamento continuo per stare al passo con una normativa in costante evoluzione e, non ultimo, con il dovere etico e professionale di garantire il rispetto della legalità, che si traduce quindi anche in tutela dei lavoratori.

Nel pomeriggio di giovedì 28 aprile, ad aprire con forza la kermesse sarà il workshop dedicato al diritto al lavoro, che analizzerà i nuovi modelli industriali che si tanno affermando (green, blue, sharing, white economy) e che sconvolgono giornalmente le dinamiche del mercato del lavoro, mettendo in crisi le categorie tradizionali del lavoro, tentando una mediazione tra innovazione e tradizione garantistica giuslavorista.

 

Ad inaugurare la seconda giornata di Laboratorio Lavoro sarà, invece, il workshop dell’area fiscale, la cui parola d’ordine è : semplificazione. Questa tendenza si scontra quotidianamente con la complessità di un sistema che si appesantisce sempre più di burocrazia, che grava sul cittadino e/o professionista di riferimento.

 

L’obiettivo ultimo del confronto sarà quella di esplicitare al Legislatore che si è vicini a una fase implosiva del sistema tributario e che, pertanto, è urgentissimo intervenire riscrivendo completamente le norme in materia fiscale che devono tener conto di un federalismo fiscalemalato, che sta producendo soltanto proliferazione di norme e contenzioso senza agevolare l’auspicata compliance tra cittadino e Stato.

Sul finire del workshop di materia fiscale, il testimone passerà idealmente nelle mani del gruppo di lavoro legato alle relazioni industriali.

 

Durante il workshop sarà analizzato l’attuale momento di grande fermento che stanno vivendo le relazioni industriali, in bilico tra ipotesi di intervento centrale da parte del governo e necessità di individuare nuovi modelli di rappresentanza, ma in bilico anche tra il ritardo dei rinnovi contrattuali nazionali e tendenza a delegare sempre più alla contrattazione decentrata. Ci si chiederà quanto e inche modo i contratti territoriali o aziendali possano portare nuovo impulso alla produttività e possano favorire la ripresa economica.

In conclusione, ma solo dopo altre iniziative collaterali, ecco il tema forse più delicato:l’immigrazione (ed emigrazione). Nel workshop ad essa dedicato ci si concentrerà sul rischio che la frammentazione possa essere sinonimo di non inclusività sociale.

I leit motiv saranno le risposte alla domande: a coloro che giungono in Italia dai paesi in via di sviluppo sono concesse opportunità in termini di occupazione e sviluppo economico? Oltre alla nota difficoltà di reperire un posto di lavoro in linea con le competenze possedute, oltre alla necessità di adattarsi a situazioni lavorative di ripiego, a quanti nutrono aspirazioni imprenditoriali è concessa a la possibilità di creare occupazione per se stessi e per altri nel nostro paese?

 

Gli argomenti sono tanti e scottanti ... La sfida è lanciata: da Laboratorio Lavoro partiranno proposte in grado di indirizzare positivamente le scelte politiche ed economiche dell’immediato futuro?

Di pa particolare importanza sarà il workshop dedicato interamente all'immigrazione e agli effetti causati da una frammentazione normativa che produce inevitabilmente disagio sociale.

 

Al termine del workshop e dopo una breve pausa per cui direi che ospiterà l'evento seguirà una Cena sociale il cui ricavato in parte sarà devoluto alla struttura Casa Mistra - condotta dal CIOFS/FP PUGLIA.

 

 

 

 

 

 

PROGETTI Attivi
Dicono di noi
  • Menica Roselli
    Sede: Ruvo di Puglia
    Corso: Operatatore grafico
    Data: 03/05/2013
    Dice di noi: Ricordo come se fosse ieri sia i bei momenti passati al CIOF...
  • Miriana Mariani
    Sede: Ruvo di Puglia
    Corso: Operatatore grafico
    Data: 03/05/2013
    Dice di noi: Ho conosciuto dell'esistenza del corso Operatore Grafico att...



Sede Regionale
Via Umbria, 162 - 74121 Taranto
tel. +39 099 7390917
fax: +39 099 7325624
mail: ciofstadir@ciofsfppuglia.it
Pec: ciofstadir@pec.it

Le nostre Sedi


Gallery










accessi